Uno dei beni di maggior valore che al mondo è conosciuto in buona sostanza fin dalla notte dei tempi è quello che fa riferimento alla categoria dei minerali preziosi e, per definizione assoluta, all’oro. L’oro è il metro di valutazione e di paragone e di confronto dei valori di una gran parte di fattori nel mondo delle economie e della finanza, ma la cosa interessante a volte è andare a vedere come viene fuori l’oro, come si ottiene, come viene raffinato. Ecco per appunto è interessante occuparsi del processo della raffinazione dell’oro.

Un lingotto d’oro è un peso standard di oro di qualsiasi forma, fatto a mano o da un produttore automatico di barre che soddisfa gli standard minimi di produzione, etichettatura e mantenimento della certificazione. Molti grandi lingotti d’oro vengono creati fondendo il metallo in stampi e versandolo in lingotti a fondo tondo. Questa procedura è chiamata raffinazione del tungsteno, dove un pezzo di metallo di tungsteno viene riscaldato fino a diventare un liquido, di solito a circa 1700 gradi Fahrenheit. Il liquido fuso, che a volte può avere una tinta verde o giallastra, viene poi raffreddato e modellato come una sfera con bordi arrotondati.

Per approfondire l’argomento visita pure l’articolo seguente miglioricomprooro.it.

I lingotti d’oro sono disponibili in diverse dimensioni e design. Il più comune di tutti i lingotti è l’American Eagle, un lingotto d’oro massiccio da venticinque once con un riempimento d’oro che contiene una purezza di ventotto once Troy, che lo rende uno dei lingotti più preziosi al mondo. L’oro dell’American Eagle è classificato in tre gradi: 99.9%, il più alto, così come il più costoso. Esistono anche altre dimensioni e forme di lingotti, tra cui i dieci oz, cinque oz, venti oz, e cinquanta su, che sono tutti preziosi e preziosi, a seconda del loro peso e delle loro dimensioni, e tutti portano un valore e un riconoscimento speciale.

Il processo di raffinazione dell’oro richiede diverse fasi. In primo luogo, uno strato di liquido d’oro viene posto su un foglio di metallo chiamato bianco. Il bianco viene poi fatto passare attraverso un setaccio per rimuovere le particelle di impurità. Dopo essere passato attraverso questo processo, il bianco viene pressato fino a formare la forma e le dimensioni desiderate. L’oro viene poi fuso, che lascia dietro di sé il metallo puro. Dopo che l’oro si è raffreddato, viene poi avvolto in un altro metallo per fare un foglio sottile e posto in una scatola per essere spedito alla sua destinazione finale.